SEGUICI SU FACEBOOK

SERVIZI

MENU' DIGITALE PER IL TUO RISTORANTE
SERVIZI >> SICUREZZA AMBIENTALE

AUTOCONTROLLO PISCINE


Autocontrollo Piscine - Adempimenti e Normative

PIANO DI AUTOCONTROLLO E SISTEMA DI GESTIONE IGIENICO - SANITARIO PISCINE PUBBLICHE AD USO NATATORIO ED IMPIANTI FINALIZZATI AL GIOCO ACQUATICO


L'obbligo di redigere un piano di autocontrollo e disporre procedure che limitino i rischi per la salute legati all'ambiente della piscina ed al suo intorno, interessano tutte le categorie di vasche elencate nella "Disciplina interregionale delle piscine" (Approvato dal Coordinamento Interregionale Prevenzione nella seduta del 22 giugno 2004), dove di fatto vengono escluse da ogni obbligo solamente le piscine facenti parte di condomìni con unità abitative inferiori a 4.


IL PROTOCOLLO DI GESTIONE PREVEDE:

- Nomina di un responsabile della piscina, che si fa carico di mantenere la sicurezza, l'igiene e la funzionalità della piscina, nel rispetto di determinati requisiti igienico-ambientali disposti dal suddetto documento o da regolamenti regionali.

- Assicurare una corretta esecuzione del piano di autocontrollo mediante l'individuazione dei punti critici, le misure correttive e l'attuazione di controlli analitici interni.

- Assicurare che siano eseguite le pulizie quotidiane e straordinarie e la disinfezione.

- Assicurare, quando necessario, una addeguata dotazione di personale (assistente bagnanti, tecnico degli impianti, ecc...).

- Disporre tutta la documentazione scritta necessaria alla stessa attuazione delle misure di autocontrollo, da rendere disponibile agli enti di controllo esterni (Azienda Sanitaria Locale).


Per inosservanza degli obbligli il responsabile è soggetto a sanzioni amministrative pecuniarie definite per singolo comportamento illecito o a sanzioni accessorie quali ad esempio la chiusura temporanea della piscina.


Il nostro staff può disporre, per chi avesse necessità di implementare tale protocollo di gestione, tutta la documentazione necessaria, organizzare le procedure di manutenzione, disporre i controllo analitici interni ed istruire il responsabile sulle mansioni di sua pertinenza.

Per maggiori informazioni i nostri consulenti sono a vostra completa disposizione attraverso i contatti del sito.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Accordo 16 gennaio 2003 tra il Ministero della salute, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano sugli aspetti igienico-sanitari per la costruzione, la manutenzione e la vigilanza delle piscine a uso natatorio

  • Norma UNI 10637 in materia di “Requisiti degli impianti di circolazione, trattamento, disinfezione e qualità dell’acqua di piscina”